Pensieri

Poesia pizzicata

/
Poesia pizzicata


Poesia può essere la propria vita senza mai aver scritto un solo verso.
Penso a un contadino solitario osservare l’alba del nuovo giorno e il dolce declinare del sole,
all’amore seminato oggi nella terra sua.
Penso a un musicista che con sole sette note scrive suoni che prima non c’erano da nessun’ altra parte.
Penso ai vecchi e ai loro pensieri silenziosi, all’amore per le cose fatte, i loro sguardi esplorare ciò che rimarrà  dopo di loro.
Alle tradizioni che ci riportano indietro nel tempo nel rifugio magico dei nostri ricordi belli.
Penso alle canzoni che la nostra mamma ci cantava e che un giorno ritrovi tutto d’un pezzo in una bellissima serata salentina.
Rivedi il mare, il tabacco coltivato steso sui telai al sole e ricominci a “vedere” con gli occhi del bambino che eri.
Scopri a distanza di mille chilometri che quella danza ti ha riportato indietro, il tuo corpo ha gioito del movimento, il tuo cuore per le parole che avevi imparato secoli prima e mai più dimenticate.
Ad andare in bici non si scorda più come si fa.
Ritrovi incommensurabile vitalità nel condividere il suono del tamburello e della fisarmonica, il canto delle feste di piazza con giovani danzatrici e anziane donne profumate come le conoscessi da sempre.
Accogliere la vita e riportarla nel nostro cuore insieme alle tradizioni di cui siamo fatti, questo fa la musica tradizionale salentina e quella danza avvolgente e ancestrale degli antichi pizzicati.
7 Aprile 2022
🌹
#laparanzadelgeco #taranta #pizzica #taranta #salento  #poesiacontadina #pizzicasalentina #jianninho #poesia

Leave a Reply
Your email address will not be published. *