Aveva la pelle bianca
e un tatuaggio addosso
con il nome di sua mamma.
Partita da chissà quale paese lontano.
Quaggiù con pochi anni addosso
e occhi smarriti a distribuire miele
che copre sapore d’aceto
di giovani e vecchi uomini tristi.